Venti Volti Venti 1° edizione un nuovo inizio mail art project

se ti volti avanti sette volte vanti
sul tuo volto i segni se di venti volte vieni
se diventi vinto il tuo vanto mente
quelli troppi so' i disegni se ti senti più di venti
se nel mentre aumenta il mento
venti e più di venti sono quelli ti prendi
 
Muore Trentatre più e dalle sue stesse ceneri rinasce VentiVoltiVenti.
Il bambino sull’altalena è cresciuto, sta prendendo coscienza di sé.
Il suo sguardo non è cambiato, i miei occhi non sono cambiati.
Tutto è diverso adesso, ma la meraviglia che sempre cercano e qualche volta trovano è ancora presente.
Quello appena trascorso è stato un anno inteso, ricco di alti e bassi, una giostra infinita che ci ha visto protagonisti nostro malgrado. Ricordo ogni momento di questi lunghi dodici mesi appena trascorsi. Ecco perché nasce VentiVoltiVenti, per non dimenticare. Andare avanti, senza tornare indietro, nemmeno per prendere la rincorsa. Se a venti sommi venti vieni fuori quaranta, come i miei anni quest’anno che non è più il ventiventi ma ha un numero in più, come le orecchie tirate. Siamo tutti invitati a partecipare, a esserci senza esserci come direbbe il mio maestro. La mailart non ha frontiere, non conosce ostacoli o limitazioni. Ecco perché c’è ancora e sempre bisogno di lei. Per ricordarci che noi siamo così, siamo fatti così. Senza confini, barriere e orari colorati. Senza mascherine, torneremo a muoverci liberamente. Nel mentre vi lascio un indirizzo, un sorriso e la voglia di fare, sempre e comunque. Ci sarà un grande evento, il nostro modo per festeggiare la vita. Ci vediamo ai quaranta.