BEGIN:VCALENDAR VERSION:2.0 PRODID:-//wp-events-plugin.com//5.99912//EN TZID:Europe/Rome X-WR-TIMEZONE:Europe/Rome BEGIN:VEVENT UID:2253@lineadarte-officinacreativa.org DTSTART;TZID=Europe/Vaduz:20220111T090000 DTEND;TZID=Europe/Vaduz:20220531T090000 DTSTAMP:20210813T082950Z URL:https://www.lineadarte-officinacreativa.org/loc/event/open-call-aperte -le-iscrizioni-al-29-corso-in-pratiche-curatoriali-e-arti-contemporanee/ SUMMARY:OPEN CALL Aperte le iscrizioni al 29° Corso in Pratiche Curatorial i e Arti Contemporanee DESCRIPTION:\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\nOPEN CALL\nAperte le iscr izioni al 29° Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee\nSchool for Curatorial Studies Venice\n\nTermine iscrizioni 10 ottobre 2021.\nDura ta del corso dall' 11 gennaio al 31 maggio 2022\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\ n\n\n\n\n\n \;\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n \;\n\n\n\n\n\n\n\n\ n\n\n\n\n\n\n\n \;\n\n\n\n\n\n\n\n \;\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n \; \n\n \;\n\nIl corso:\n\nIl Corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contem poranee è finalizzato alla formazione specifica della figura professional e del Curatore\, la cui rilevanza nell’ambito del sistema artistico-cult urale ed espositivo è sempre più determinante. Il corso si propone di f ormare operatori nel settore dell’arte contemporanea con una specifica p reparazione nel campo della curatela di mostre\, eventi artistici e cultur ali\, per sviluppare le competenze necessarie per curare mostre nel contes to delle collezioni pubbliche e private\, gallerie private ed eventi in sp azi alternativi.\n\n \;\n\nLa formazione nel settore delle arti visive è connessa a conoscenze di scienze e storia sociale\, filosofia\, sociol ogia\, semiotica\, economia.
 Il programma è progettato per gli student i che desiderano affrontare la sfida della curatela contemporanea come un ’impresa artistica\, sociale e critica\, attraverso un percorso multidis ciplinare in cui verranno impartite nozioni di allestimento\, strategie de lla comunicazione (on-line e off-line)\, organizzazione e pianificazione p rogettuale\, gestione delle risorse finanziarie\, gestione delle risorse u mane\, marketing\, analisi-metodo-gestione della sponsorizzazione\, manage ment.\n\n \;\n\nLa scuola possiede una rete di istituzioni\, gallerie private e di spazi no profit che contribuiscono attivamente all’introduz ione degli studenti alle pratiche contemporanee e rappresentano spazi stim olanti per lo svolgimento di tirocini al termine del corso.\n\n \;\n\n  \;\n\nGli obiettivi del programma:\n\nIl corso è finalizzato a forni re tutte le competenze pratiche e teoriche per affrontare una riflessione critica che permette di sviluppare un approccio equilibrato alle diverse m etodologie curatoriali. Il corso si concentra sul lavoro degli artisti\, sulle collezioni contemporanee\, la progettazione di mostre\, lo sviluppo di concetti\, il marketing\, i comunicati stampa e la struttura del budget di un evento. Il programma esplora tematiche legate ai dibattiti critici attuali\, esamina questioni come la partecipazione\, la dinamica che si i nstaura tra un artista e un curatore e riflette sul ruolo e il rapporto co n il pubblico.\n\n \;\n\nDocenti:\n\nAd ogni edizione del corso partec ipano dei guest lecturer che introducono lo studente alla pratica curatori ale fornendo una formazione attiva che offre la possibilità di confrontar si con i migliori professionisti del panorama artistico contemporaneo.\n\n Alcuni dei docenti che hanno partecipato alle precedenti edizioni: Chiara Barbieri\, Francesca Colasante\, Aurora Fonda\, Alessandra Galletta\, Andr ea Goffo\, Filippo Lotti\, Luisa Mensi\, Patrizio Peterlini\, Sandro Pigno tti\, Luca Racchini\, Lorenzo Mason\,  Luca Lo Pinto\, Alessandro Rabotti ni\, Maria Chiara Valacchi\, We Exhibit\, Rischa Paterlini\, Antonio Coppo la\, Dr. Shwetal A. Patel\, Antonio Grulli\, Elena Bordignon\, Marta Papin i\, Edoardo Monti\, Augustin Pérez Rubio\, Fréderic de Goldschmidt\, Ale xia Boro\, Adam Carr\, Edoardo Bonaspetti\, Arianna Testino\, Giovanna Col telli\, Chiara Casarin\, Carlos Marsano\, Alain Servais\n\nIl programma:\n \nDurante il corso lo studente parteciperà a laboratori destinati a svilu ppare progetti individuali e di gruppo sempre affiancati dallo staff della scuola e da professionisti. Alcune delle attività pomeridiane sono desti nate agli incontri con gli artisti e alla visita dei loro studi\, un’occ asione unica per potersi confrontare con il lavoro di autori emergenti e g ià riconosciuti in un dialogo aperto con i nostri studenti\n\n \;\n\n Durata e struttura del corso\n\nDurata:
1 semestre\n\nIl corso ha una du rata complessiva di 600 ore di contatto e circa 200 ore di studio individu ale a cui farà seguito la realizzazione di un progetto espositivo. Le lez ioni si svolgeranno dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle ore 13:30 e dalle 14.30 alle 17.30 presso la nostra sede. La mattina è occupata dal le lezioni frontali\, finalizzate a fornire gli strumenti concettuali e op erativi per gestire autonomamente un evento espositivo. Le ore pomeridiane saranno dedicate agli approfondimenti tematici attraverso seminari e work shop. Il corso prevede l’elaborazione di un progetto di mostra che verr à discusso e analizzato insieme\, per verificarne la possibilità di una realizzazione concreta da parte degli studenti in completa autonomia. A tu tti sarà infatti data l’opportunità di sviluppare i propri progetti cu ratoriali confrontandosi direttamente con i curatori e con gli artisti chi amati a collaborare. Inoltre\, si organizzeranno incontri e visite guidate ai musei e alle mostre che animano la ricca offerta culturale della citt à di Venezia. La frequenza è obbligatoria all’80%.\n\nPrima fase: anal isi della pratica curatoriale.\nSeconda fase: metodologia allestitiva\nTer za fase: l’attuazione delle strategie curatoriali.\n\n \;\n\nPRIMA F ASE: Dal 11 gennaio – 15 aprile 2022\n\nQuesta prima fase è incentrata sulla preparazione teorica in cui le lezioni frontali saranno affrontate l a mattina\, mentre il pomeriggio sarà dedicato a lezioni di approfondimen to\, seminari e visite guidate. Gli studi sulla storia della pratica curat oriale saranno integrati da una serie di lezioni “think-tank” impernia te sull’inquadramento storico e teorico della pratica curatoriale. Verra nno presentati e analizzati i portfolio dei giovani artisti e saranno eseg uite delle esercitazioni pratiche sulla strutturazione di testi curatorial i. Lo studente avrà modo di attuare una metodologia di studio in cui si a lterneranno lezioni di carattere teorico a laboratori di studio sulla prat ica espositiva e incontri dedicati alla ideazione del concept della mostra . Verso il termine di questa prima fase i curatori si divideranno in équi pe\, iniziando a lavorare concretamente all’elaborazione della mostra. S aranno definiti gli aspetti tecnici legati a comunicazione\, logistica e a llestimento\, progetto visivo\, budget e sponsorizzazioni.\n\n \;\n\nS ECONDA FASE: Dal 18 aprile – 6 maggio 2022\n\nLa seconda fase oltre alle lezioni e agli incontri di approfondimento prevede un’intensificazione del lavoro sul campo in cui gli studenti sono direttamente coinvolti in un a serie di attività concrete necessarie alla realizzazione della mostra.\ n\ncoordinamento degli artisti coinvolti e selezione delle opere da esporr e.\nfundraising del progetto: richiesta fondi e supporto tecnico ad aziend e private\ncampagna promozionale: stesura del comunicato stampa\, contatto dei giornalisti\, social media.\norganizzazione/project manager del proge tto: strutturazione del budget e della timeline.\n\n \;\n\nVIAGGIO STU DIO (FACOLTATIVO): dal 7 al 11 marzo 2022\n\nAd ogni edizione del corso vi ene scelta una città europea particolarmente interessante per la presenza di artisti\, gallerie private e istituzioni da visitare e incontrare. In questo ambito gli studenti che partecipano al viaggio avranno modo di inco ntrare professionisti che operano da anni a un livello internazionale e di creare una rete di contatti utili per la loro carriera professionale.\n\n  \;\n\nTERZA FASE: dal 11 al 31 maggio 2022\n\nL’ultima fase vedrà tutti i partecipanti mettere in pratica le nozioni acquisite e lavorare al la realizzazione della mostra. Trasporti\, assicurazioni\, logistica\, coo rdinamento degli artista/i saranno al centro delle attività degli student i\, i quali divisi a gruppi dovranno seguire ogni fase dell’evento che s i conclude con l’allestimento dell’esposizione\, la sua documentazione e ulteriore promozione.\n\n \;\n\nMETODI DI INSEGNAMENTO\n\nLavoro co llaborativo con i colleghi\nVisita di gallerie\, musei e altre istituzioni \nPresentazione e analisi critica di testi e progetti\nGruppi di ricerca i ncentrati sullo sviluppo di determinati argomenti\nStudi e ricerche indivi duali\nSeminari\nLezioni frontali\nIncontri con artisti e professionisti\, conferenze e presentazioni.\n\nDurante il corso\, si organizzano degli in contri individuali per definire assieme allo studente il luogo e il period o dove svolgere dei tirocini formativi idonei alle necessità e alle attit udini dello studente.\n\n \;\n\nIl termine per l’invio della domanda di ammissione è il 10 ottobre 2021.\nSi consiglia la conoscenza della li ngua inglese.\nQualifica:
Certificato di Studio avanzato nella pratica c uratoriale\n\n \;\n\nISCRIZIONE\n\nPer frequentare è necessario fare la domanda di ammissione\, accompagnata da un breve profilo culturale e pr ofessionale del candidato e da una lettera di motivazione.\n\nLa domanda d i ammissione deve essere inviata entro il 10 ottobre 2021.\nIl candidato s elezionato per il suo profilo\, prima di essere confermato verrà contatta to per un colloquio da effettuare presso la nostra sede oppure tramite Sky pe.\n\nLe domande di ammissione possono essere inviate da subito e verrann o valutate prima della scadenza del bando.\nRicordiamo che il corso è a n umero chiuso.\n\n \;\n\nLa domanda deve essere spedita per posta tradi zionale o email agli indirizzi:\n\nSchool for Curatorial Studies Venice\nS an Marco\, Calle Malipiero 3073\, 30124 Venezia\nEmail info@corsocuratori .com\nTel: +39 041 2770466\n\n \;\n\nAccettazione della richiesta:\nDo po aver ricevuto comunicazione dalla scuola che la domanda è stata accett ata\, il candidato può compilare il modulo di iscrizione che garantisce l a frequentazione del corso\, l’uso dei locali e dei servizi della scuola . La domanda di iscrizione completa deve essere inviata entro il 30 ottobr e 2021.\n\n \;\n\nIl modulo deve essere spedito per posta tradizionale o email agli indirizzi:\n\n \;\n\nSchool for Curatorial Studies Venic e\nSan Marco\, Calle Malipiero 3073\, 30124 Venezia\nEmail info@corsocura tori.com\nTel: +39 041 2770466\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n\n \; ATTACH;FMTTYPE=image/jpeg:https://i1.wp.com/www.lineadarte-officinacreativ a.org/loc/wp-content/uploads/2021/08/Foto-Iscrizioni-Copia.jpg?fit=320%2C4 80&ssl=1 CATEGORIES:Comunicato stampa,Grafica LOCATION:School for Curatorial Studies Venice\, S. Marco 3073\, Venezia\, I talia GEO:45.4347862;12.330438299999969 X-APPLE-STRUCTURED-LOCATION;VALUE=URI;X-ADDRESS=S. Marco 3073\, Venezia\, I talia;X-APPLE-RADIUS=100;X-TITLE=School for Curatorial Studies Venice:geo: 45.4347862,12.330438299999969 END:VEVENT BEGIN:VEVENT UID:2268@lineadarte-officinacreativa.org DTSTART;TZID=Europe/Rome:20211120T160000 DTEND;TZID=Europe/Rome:20211219T170000 DTSTAMP:20211109T155337Z URL:https://www.lineadarte-officinacreativa.org/loc/event/memorabilia-memo -fornasari/ SUMMARY:Memorabilia - Memo Fornasari DESCRIPTION:Il genio multiforme di Memo Fornasari\, in MEMORABILIA\, la mos tra a lui dedicata dal Comune di Montechiarugolo e curata da Carlo Micheli .\nL’antologica sarà visitabile nelle sale del Palazzo Civico dal 20 no vembre al 19 dicembre.\nDomenico Fornasari è pittore vero che paga\, in e gual misura\, il proprio eclettismo artistico e una critica inadeguata. Un a duttilità\, la sua\, distraente che lo porta ora sulla strada del cinem a\, ora nel mondo della progettazione\; una critica che innanzi al suo far e brancola tra narcisistici sproloqui e inutili definizioni delle sue gala ssie\, incapace di proporre un accostamento che ne faccia emergere le affi nità con i grandi del suo tempo.\nEppure quelle sue forme futuribili dico no di una pittura colta\, d'avanguardia\, attenta allo spazialismo di Font ana\, ma anche a Vedova\, Turcato\, Corpora. Questa mostra intende indurre ad una riflessione sui valori artistici di Fornasari\, non tanto per rive ndicare primati o anticipazioni\, bensì per affermare come l’artista ma ntovano fosse li\, tra i grandi\, nel momento giusto\, in quegli anni '50 e '60 in cui fiorirono i più grandi nomi dell'Arte Contemporanea.\nNel 19 73 dalle pagine del "Resto del Carlino" Marino Mercuri poneva un problema fondamentale: "Fornasari -bisogna dire- non è stato scoperto: le sue stag ioni artistiche non sono agevolmente afferrabili per una giusta\, più att endibile interpretazione. (...) Uscì dalla legione di seguaci del Futuris mo con svolte incredibili che non furono segnalate dalla critica. E ancora "Ma come va visto il Fornasari rispetto a pittori come Adami\, Pozzati\, Pistoletto\, Schifano?". Dopo alcuni mesi\, nel segnalare l'incontro tra G uidi e Fornasari avvenuto alla mostra che quest'ultimo tenne a Recanati\, lo stesso Mercuri afferma che le poche righe scritte da Guidi ("Tanti avve nimenti artistici del secolo l'ha messi lei\, nella sua opera\, dominandol i con maestria") sono da considerarsi la critica più approfondita che For nasari potesse allora vantare.\nDelle innumerevoli mostre personali tenute in tutto il mondo\, non rimangono che scarni dépliant\, superficiali e r affazzonati. Urge dunque un riesame approfondito dell’opera di questo ar tista inquieto e geniale\, una rilettura che gli renda finalmente merito\, collocandolo tra i protagonisti della sua epoca.\nQuesto è quanto si è cercato di fare con la mostra ospitata negli spazi del Palazzo Civico di M ontechiarugolo\, realizzata grazie anche e soprattutto all’impegno amore vole e appassionato dei nipoti Tiziano\, Vanni\, Roberta e Lorella.\n\nDa non perdere.\n\nCarlo Micheli\n\ntitolo: Memorabilia\nartista: Memo Fornas ari\ncategoria: Mostra antologica\ncuratela: Carlo Micheli\nperiodo: 20 no vembre - 19 dicembre 2021\ninaugurazione: sabato 20 novembre ore 16.00\nse de: Palazzo Civico Montechiarugolo\nindirizzo: Via Liberazione 7 - 43022 M ontechiarugolo (PR)\npatrocinio: Comune di Montechiarugolo\norari: sabato e domenica 10.00 - 13.00 e 14.00 - 17.00\n\nIngresso gratuito - con green pass\ninfo: biglietteria@comune.montechiarugolo.pr.it\ntel. 0521 687759 – 0521 687736\nwww.comune.montechiarugolo.pr.it\nrealizzazioni grafiche e comunicazione: MetAlternativa ATTACH;FMTTYPE=image/jpeg:https://i1.wp.com/www.lineadarte-officinacreativ a.org/loc/wp-content/uploads/2021/11/MemoFornasari-memorabilia-PR.jpg?fit= 1000%2C1000&ssl=1 CATEGORIES:Comunicato stampa,Personale LOCATION:Palazzo Civico Montechiarugolo\, Via Liberazione 7\, Montechiarugo lo\, PR\, 43022\, Emilia Romagna\, Italia GEO:44.693644;10.421018 X-APPLE-STRUCTURED-LOCATION;VALUE=URI;X-ADDRESS=Via Liberazione 7\, Montech iarugolo\, PR\, 43022\, Emilia Romagna\, Italia;X-APPLE-RADIUS=100;X-TITLE =Palazzo Civico Montechiarugolo:geo:44.693644,10.421018 END:VEVENT BEGIN:VEVENT UID:2267@lineadarte-officinacreativa.org DTSTART;TZID=Europe/Rome:20211112T180000 DTEND;TZID=Europe/Rome:20211206T210000 DTSTAMP:20211109T155333Z URL:https://www.lineadarte-officinacreativa.org/loc/event/mostra-personale -armadilly-loves-me-loves-me-not/ SUMMARY:mostra personale Armadilly\, Loves me\, loves me not… DESCRIPTION:Armadilly\, Loves me\, loves me not…\n\nA cura di Gemma Gulis ano\n\nInaugurazione 12 novembre 2021 dalle ore 18.00 alle ore 21.00                                                                                                      Dal 12 novembre al 6 dicembre 2 021 (dal 18 al 21 novembre le opere saranno visibili presso la Nuvola di F uksas in occasione di “Roma Arte in Nuvola”).\n\nGalleria Fidia\n\nVia Angelo Brunetti 49 – Roma\n\nFino al 6 dicembre 2021\n\n \;\n\nVene rdì 12 novembre 2021 dalle ore 18.00 alle ore 21.00 gli spazi della Galle ria Fidia di Fausto Fiume inaugurano\n\nArmadilly|Loves me\, loves me not. ..\n\n \;\n\nDopo il successo di Giosetta Fioroni | Lo spazio della me moria\, la Galleria Fidia presenta\, per la prima volta a Roma\, le vignet te intessute della giovanissima Armadilly.\n\nIn mostra una selezione di o pere inedite dell’artista pesarese che si esprime attraverso un personal issimo linguaggio pink pop.\n\n \;\n\n«Nel mio lavoro parlo dei socia l e di adolescenti annoiate che si “postano” su Instagram\, parlo di m e e di come mi rapporto all’universo digitale\, parlo del mio corpo\, di come mi vedo allo specchio e di come vorrei che mi vedessero gli altri.» \n\n«Nella contemporaneità di Armadilly il rapporto con in proprio corpo davanti a uno specchio e dinnanzi allo sguardo degli altri\, si complica in relazione alla vetrina fotografica dei social network. Instagram e la s ua gallery \,in particolar modo\, costituiscono quel biglietto da visita c he la società impone.\n\nSono dinamiche sociali perfettamente descritte c on marcata ironia ed estrema efficacia negli arazzi di Armadilly\; l’art ista\, infatti\, non si rivolge alla tradizionale tela ma si esprime attra verso una pittura - per così dire – intessuta sulla tela. Le sue vignet te ricamate danno vita ad un singolare connubio tra il linguaggio pop\, ar ricchito di un gusto kitsch e contenuti social associati alla cultura tras h.\n\nSono opere “figlie del proprio tempo”\, specchi in tessuto nei q uali lo spettatore può riflettersi\; la forza magnetica di questi lavori risiede nella capacità di trasmettere un senso di appartenenza dovuto all a condivisione di precise dinamiche sociali: l’individualismo che sfocia nella disgregazione sociale\, l’ansia di piacere a tutti i costi\, i ca noni estetici e comportamentali somministrati dagli influencer sui social. »\n\n \;\n\n \;\n\nInformazioni\n\n \n\nLuogo\n\nGalleria Fidia\ n\n \n\nOrari\n\nDal 12 novembre al 6 dicembre 2021\n\n(dal  18 al 21 no vembre le opere saranno visibili presso la Nuvola di Fuksas in occasione d i “Roma Arte in Nuvola”)\n\ndal lunedì al venerdì ore 10.00 – 13:0 0 | 16.00 – 19:30\; sabato ore 10.00 – 13.00\; domenica (su appuntamen to)\n\n \n\nOrganizzata da\n\nGalleria Fidia di Fausto Fiume\n\nContatti\ n\n \n\nGalleria Fidia                Fausto Fiume                                            Gem ma Gulisano\n\nVia Angelo Brunetti 49 – Roma      3381359307                3349053563\n\nTel 06 3612051                      fausto.fiume@gmail.com    gemmart.g@gmail.com\n\ninfo@artefid ia.com\n\nwww.artefidia.com CATEGORIES:Comunicato stampa LOCATION:Galleria Fidia\, Via Angelo Brunetti 49\, Roma\, Roma\, 00186\, La zio\, Italia GEO:41.909204;12.47458 X-APPLE-STRUCTURED-LOCATION;VALUE=URI;X-ADDRESS=Via Angelo Brunetti 49\, Ro ma\, Roma\, 00186\, Lazio\, Italia;X-APPLE-RADIUS=100;X-TITLE=Galleria Fid ia:geo:41.909204,12.47458 END:VEVENT BEGIN:VEVENT UID:2124@lineadarte-officinacreativa.org DTSTART;TZID=Europe/Rome;VALUE=DATE:20200716 DTEND;TZID=Europe/Rome;VALUE=DATE:20220101 DTSTAMP:20200717T140202Z URL:https://www.lineadarte-officinacreativa.org/loc/event/mostem-fare-citt a/ SUMMARY:MOSTEM - Fare città DESCRIPTION:MOSTEM (tradotto dal Ceco “Ponte”)\, nasce con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell`ambito del bando CIVICA\, ded icato a progetti interamente focalizzati sulla sperimentazione di beni\, processi e servizi culturali volti a favorire l’attivazione della prope nsione civica degli individui. MOSTEM si sviluppa dallo studio di “una d imensione culturale per Viale Ottavio Mai (To)” elaborato dagli studenti della Laurea Magistrale in “Economia dell’ambiente\, della cultura e del territorio” all’interno del modulo di Project Cycle Management del corso di Economia della Cultura.MOSTEM si prefigge\, come obiettivo prima rio\, di sottolineare l’importanza dell’uso culturale delle zone di Vi ale Ottavio Mai e limitrofe\, attraverso la creazione di una comunità cap ace di vivere e condividere uno spazio comune\, stimolando il senso di app artenenza al territorio\, la conoscenza reciproca e la partecipazione atti va. Destinatari del progetto sono quindi i cittadini che vivono nelle zone adiacenti al viale: -gli abitanti delle case popolari dell’Atc in Corso Farini\;-gli studenti del campus Einaudi\;-gli abitanti di Borgo Rossini. Il progetto\, attraverso partner\, artisti e collaboratori\, ambisce a cos tituire una comunità che possa prendersi cura\, in futuro\, dello spazio. Un gruppo di cittadini in grado di proporre una progettualità comune per l’utilizzo di Viale Ottavio Mai. Per questa ragione le ultime fasi del progetto prevedono una serie di interventi (incontri\, lezioni\, visite) m essi in atto per rendere i cittadini indipendenti e in grado di affrontare l’organizzazione di eventi che possano ricomprendere tutte le comunità destinatarie di MOSTEM.In linea con le tempistiche di una società che st a iniziando a riprendersi dopo l’ondata di Covid-19\, MOSTEM si adatta a lle nuove normative. Ritardando alcuni processi che verranno messi in atto in un secondo momento\, per evitare assembramenti e rimanere nel rispetto delle norme di sicurezza\, MOSTEM sta preparando alcune azioni perfettame nte in linea con le esigenze del momento. In attesa di poter eseguire labo ratori e azioni mirate a creare relazioni al fine di perseguire gli obiett ivi del progetto\, Mostem inaugura il suo percorso mettendo da subito in c ampo gli artisti coinvolti.Quattro artisti di diverse discipline si ciment eranno a creare un engagement delle comunità in un segmento urbano non su fficientemente valorizzato\, ma strategico per l’università\, il quarti ere\, la città: Viale Ottavio Mai.Rosy Togaci (coordinatrice degli artist i) insieme agli artisti Gabriel Beddoes\, Alessandro Fara\, Gianfranco Ros selli e Serena Bavo si occuperanno di programmare azioni artistico/cultura li sul territorio.Si inizierá con un’analisi dei profili socio/comporta mentali della comunità. Con il processo di mappatura è possibile indiriz zare azioni di carattere formativo evidenziando i comportamenti da potenzi are. In base alle esperienze del gruppo di lavoro sono stati identificati\ , nel periodo post pandemia\, 4 profili tipo\, di cui si terrà conto nell a fase di approccio e nella fase laboratorio del progetto: gli spaventati\ , i critici\, i confusi e gli speranzosi.Si procederà con la creazione di un questionario destinato alle comunità  target e in seguito con le int erviste sul territorio e l’elaborazione dei dati ottenuti con i metodi d i ricerca sopracitati. In questo modo si potranno creare le azioni artisti che ad hoc per le esigenze della comunità esaminata. Gli interventi si ba seranno grazie alle esperienze degli artisti individuati sul tracciamento dello spazio\, la storytelling\, il movimento utilizzando i principi della danza contemporanea e il video mapping. Contemporaneamente alle uscite s ul territorio saranno realizzati contenuti artistici da utilizzare per i l aboratori di fotografia\, video\, movimento e storytelling.Seguiranno dei momenti di incontro tra le comunità\, e restituzione reciproca\, organizz ati negli spazi dei singoli territori. Cittadini\, artisti ed operatori pr ogettano insieme le azioni da presentare nella realizzazione dell’evento finale. Partendo dai laboratori\, dai feedback\, da suggerimenti e sugges tioni sarà “costruito” il programma del “Festival di viale Ottavio Mai”\, che dará visibilità allo spazio e consolidará le relazioni tra le comunità.Le realtà che collaborano all’interno di Mostem sono dive rse e scelte con cura\, con il fine di sviluppare e arricchire il progetto . Gli attori coinvolti sono risorse che provengono da collaborazioni pregr esse sul territorio.A fare da Capofila per Mostem è l’Associazione Cult urale Tekhnè\, ideatrice del progetto. Insieme a Tèkhné il Dipartimento di Culture Politica e Società dell’Università degli Studi di Torino\, ’Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini grazie alla preziosa colla borazione del Professor Marco Brunazzi e Comunet Officine Corsare APS asso ciazione ARCI di Torino molto attiva sul territorio. UFFICIO STAMPA                    Giorgia Ciattoni                    GC  Independent Communication per                                                                     MOSTEM                    327 2898098 MOSTEM - Fare cittàwww.mostemfarecitta. flazio.com/ mostemfarecitta@gmail.com+39 339 820 10 37 CATEGORIES:Collettiva,Comunicato stampa LOCATION:Diffuso in città\, Viale Ottavio Mai\, Torino\, to\, 10122\, Piem onte\, Italia GEO:45.073883;7.700917 X-APPLE-STRUCTURED-LOCATION;VALUE=URI;X-ADDRESS=Viale Ottavio Mai\, Torino\ , to\, 10122\, Piemonte\, Italia;X-APPLE-RADIUS=100;X-TITLE=Diffuso in cit tà:geo:45.073883,7.700917 END:VEVENT BEGIN:VTIMEZONE TZID:Europe/Vaduz X-LIC-LOCATION:Europe/Vaduz BEGIN:STANDARD DTSTART:20211031T020000 TZOFFSETFROM:+0200 TZOFFSETTO:+0100 TZNAME:CET END:STANDARD BEGIN:DAYLIGHT DTSTART:20220327T030000 TZOFFSETFROM:+0100 TZOFFSETTO:+0200 TZNAME:CEST END:DAYLIGHT END:VTIMEZONE BEGIN:VTIMEZONE TZID:Europe/Rome X-LIC-LOCATION:Europe/Rome BEGIN:DAYLIGHT DTSTART:20200329T030000 TZOFFSETFROM:+0100 TZOFFSETTO:+0200 TZNAME:CEST END:DAYLIGHT BEGIN:STANDARD DTSTART:20201025T020000 TZOFFSETFROM:+0200 TZOFFSETTO:+0100 TZNAME:CET END:STANDARD BEGIN:DAYLIGHT DTSTART:20210328T030000 TZOFFSETFROM:+0100 TZOFFSETTO:+0200 TZNAME:CEST END:DAYLIGHT BEGIN:STANDARD DTSTART:20211031T020000 TZOFFSETFROM:+0200 TZOFFSETTO:+0100 TZNAME:CET END:STANDARD END:VTIMEZONE END:VCALENDAR