Mirco Marchelli – Tante belle cose

Sto caricando la mappa ....

Quando
04/06/2022 - 10/07/2022
ora 18:30 - 0:00

Dove
MARCOROSSI artecontemporanea

Categorie

MARCOROSSI artecontemporanea è lieta di presentare, in anteprima, nella galleria di Pietrasanta, il nuovo progetto dell’artista piemontese Mirco Marchelli. La mostra Tante belle cose, dal titolo benaugurante, ispirato alla frase tipica del saluto piemontese d’antan, si presenta in realtà come fortemente innovativa. Innovativa nei materiali, innanzi tutto. Abbandonati il recupero di oggetti di uso comune rivisitati e reinventati con i quali lo abbiamo conosciuto, Marchelli ha realizzato le ultime opere con materiali per lui inediti. Gesso, cemento bianco, scagliola, diventano la pagina la pagina bianca dove l’artista inserisce tessere di colore e forme diverse, ottenute ritagliando altri materiali inconsueti. Così gomma, stoffa, mattoni, cocci, scelti per le loro armonie cromatiche, diventano gli elementi di un nuovo linguaggio, tessere colorate di un mosaico contemporaneo assolutamente personale. Particolare sarà anche l’allestimento della mostra: alcuni elementi dello studio dell’artista, resi sempre unici e speciali dal suo tocco artistico, verranno installati in galleria come elementi scultorei. Stralci del mondo poetico di Marchelli in dialogo con le opere esposte. Mirco Marchelli è nato a Novi Ligure nel 1963; oggi vive e lavora a Ovada. Artista poliedrico, da voce alla sua creatività esprimendola in musica e poesia, ma soprattutto attraverso la pittura. I suoi lavori sono stati esposti in personali e collettive dal 1994; la prima mostra all’estero è del 1998 presso la Galleria Sfeir Semler di Amburgo, seguita nel 2000 dalla collettiva Carte Blanche à Helene de Franchis presso la Galleria Lucien Durand Le Gaillard di Parigi. Nel 2004 Marchelli partecipa alla Biennale di Arte Sacra al Museo Stauros a Isola del Gran Sasso (Teramo) e l’anno dopo è presente con Via Crucis al Monastero di Villafranca Piemonte a Torino e alla Galleria San Fedele di Milano nella mostra collettiva Sentire con gli Occhi. Nel 2008 la galleria Miquel Alzueta di Girona e di Barcellona ospita una sua personale. Nel 2011 espone all’Accademia Filarmonica di Casale Monferrato, nel 2012 allo Spazio Perlartecontemporanea di Lugano e nel 2013 la personale Scena muta per nuvole basse a Palazzo Fortuny a Venezia. Nel 2014 espone la Via Crucis alla Fondazione Lercaro di Bologna, e il progetto A due voci nelle Gallerie Marcorossi di Verona e Torino, mentre è del 2015 l’esposizione Canzoni in levare, al Museo Ettore Guatelli, a Collecchio (PR). È del 2018 il progetto A capo- ceramiche Albisola, esposto nelle Gallerie Marcorossi artecontemporanea. Nel 2020 e nel 2021 espone a Sarzana da Cardelli& Fontana, a Madrid alla Galleria Miquel Alzuleta e alla Everyday gallery di Anversa, mentre è del 2022 la mostra a Parigi alla GalerieTourrette.