OBSCURA per OBSCURIORA di Rita Esposito

Sto caricando la mappa ....

Quando
15/02/2018 - 25/02/2018
ora 19:30 - 20:00

Dove
WeSpace

Categorie

Performance e mostra d’arte all’interno del ciclo di eventi “gli artisti non hanno segreti” di Willy Santangelo

location : WESPACE_Napoli, vico Vasto 52­_ Quartierino d’autore

vernissage e performance d’arte 15 febbraio dalle ore 19.30

dal 16 al 25 febbraio 2018 orari: 10.30/13.30 16.30/20.00

Ingresso libero

Contatti:         info@ritaesposito.it _+39 3385670702

WESPACE _ tel. 081 421716

Sito ufficiale : www.ritaesposito.it

OBSCURA per OBSCURIORA: Segni rivelatori e segni pittorici per raccontare il Mistero dell’Arte

“In un’epoca di massima diffusione mediatica del sapere prêt-à-porter, la vorace fame di conoscenza spicciola non è riuscita ancora a lambire il grande mistero dell’Arte.” Così esordisce Rita Esposito, artista che ha trasformato il suo percorso artistico in un viaggio iniziatico verso la consapevolezza del fare arte. “Inafferrabile, sfuggevole, coriacemente avvinta al suo sapere, l’Arte continua a pungolare chi pretende di fare dell’Arte un oggetto di curiosità, continua a stimolare chi dell’Arte fa uno strumento di conoscenza”

Con il suo ultimo progetto artistico dal titolo sibillino “OBSCURA per OBSCURIORA” , che sarà presentato il prossimo 15 febbraio alle ore 19.30 nello spazio WESPACE di Willy Santangelo per “ Gli artisti non hanno segreti”, La Esposito valica il campo di tensione, ove si incontrano la volontà del fruitore di conoscere i segreti del fare arte e il grande Mistero di cui l’artista è custode, e lo fa in maniera interrogativa. “E’ veramente buia l’ora in cui la Luna volge lo sguardo diretto al Sole? E se in una notte di eclissi solare un silenzioso rituale d’arte svelasse il Segreto più grande, il Mistero dei Misteri? E se il Mistero andasse oltre l’umana comprensione, oltre le parole? Dimmi Amore, riuscirò a non vacillare?” Così l’artista interroga il pubblico, il fruitore, sé stessa, ma soprattutto l’Arte.

“OBSCURA per OBSCURIORA” si caratterizza per la presenza di segni rivelatori, oggetti del vissuto dell’artista, che, in assenza dei rimandi esplicativi della scrittura e della parola, sono lasciati alla libera interpretazione del fruitore. I segni rivelatori presentati sono elementi che hanno guidato Rita Esposito nella realizzazione dell’ultima opera del suo progetto aperto “AmaZone, dedicato alle Donne Guerriere del nostro tempo, opera che sarà mostrata al pubblico e che troverà compimento nel gesto pittorico conclusivo dell’artista che tradurrà i segni rivelatori in segni pittorici, modulati dal suo sentire.

Si annuncia emozionante e coinvolgente questo nuovo evento dell’Esposito che non è nuova alla partecipazione del pubblico e che ha fatto della condivisione artistica il suo vessillo.

Le foto allegate sono di Daniele Galdiero e rappresentano uno dei segni rivelatori che saranno esposti nel corso dell’evento.